• Home
  • Yoga
  • Corsi di Specializzazione
  • Nada Yoga del Suono

Nada Yoga: lo yoga del suono

Written by WM3
Rate this item
(0 votes)

Nella società contemporanea siamo sottoposti a continui stimoli acustico-sonori, mentre il rumore è diventato un campione che accompagna svariate composizioni musicali e la “musica” è presente ovunque come sottofondo, spesso con l’unico scopo di invogliarci ad acquistare, da buoni “consumatori”, sempre più prodotti e servizi. Inoltre anche chi lavora nel campo delle discipline bionaturali, pur intuendo il potenziale energetico del suono, si rende conto che impiegandolo consapevolmente potrebbe ottenere un valore aggiunto nel proprio lavoro.

 IscriviTi ora 

 


Calendario 2017/2018

Date:
1 Livello: 11 febbraio 2018
2 Livello: 06 Maggio 2018

Orario:
10.00-18.00 con pausa pranzo

Luogo:
via Prandina, 11 e 25

Per ulteriori informazioni contattare la segreteria.

Quota di partecipazione:
€ 90,00 (a livello) . Quota comprensiva di materiale didattico e Attestato di Frequenza.

Modalità di pagamento: 
Acconto € 50,00 all'iscrizione, il saldo deve essere versato ad inizio corso.

Partecipanti:
Al fine di svolgere un lavoro completo e soddisfacente il numero dei partecipanti è limitato.

VOLANTINO


Il corso ha l’obiettivo, attraverso le tecniche di Nada Yoga, di contribuire a ripristinare quell’ascolto profondo che considera il fenomeno acustico-vibratorio un importante fonte di energia per gli effetti benefici che provoca alla persona. Il partecipante acquisirà gli strumenti di base per poter impiegare consapevolmente il suono su di sé e nel proprio ambito olistico di competenza. A chi si rivolge: a tutti gli operatori di discipline olistiche (yoga, ayurveda, shiatsu, reiki …) e a chiunque sia interessato ad approfondire gli aspetti di riequilibrio energetico determinati dal suono. N.B. Per la frequenza non è necessario avere pre-conoscenze musicali.

Programma del corso:

  • Introduzione al sistema musicale modale monodico indiano
  • Il suono udibile (ahata) e inudibile (anahata)
  • Interpretazione dal punto di vista del Nada Yoga dello YOGA SUTRA di PATANJALI
  • I suoni Mantrici
  • Spiegazione e pratica delle principali tecniche del Nada Yoga: Tecnica del Mantra OM e AUM
  • Presentazione di alcuni strumenti musicali interpretati sulla base dei principi del Nada Yoga
  • Introduzione e pratica delle principali scale musicali terapeutiche indiane
  • Introduzione al Raga
  • La meditazione del suono
  • Ascolto guidato di alcuni brani da meditazione
  • La meditazione del ritmo
  • Esercitazione di intonazione (toning) dei chakra

Alla fine del corso verranno rilasciati dei file audio come guida alle pratiche presentate. Durante la pausa pranzo massimo 2 persone possono prenotare la rilevazione della propria nota tonica. Per saperne di più clicca qui.

Cos’è il Nada yoga

Nada, in sanscrito, significa vibrazione, cioè suono: il Nada Yoga è una disciplina musicoterapica di origine indiana e tibetana che utilizza il suono, la musica e la coscienza (consapevolezza fisica), per ristabilire equilibrio e armonia tra corpo, mente e spirito, risolvendo o alleviando molti problemi psicologici, fisici e fisiologici in modo naturale. I fondamenti teorici del Nada Yoga si trovano in antichissimi trattati (Gandharva Veda, Upanishad, Naradiya Shiksha, Sangita Ratnakara ecc.), in cui è stata formulata una teoria generale del suono su basi matematiche, fisiche e metafisiche.
Un grande sviluppo a questa antichissima disciplina è stato dato dagli studi e dalle ricerche dello scienziato, musicista e musicoterapeuta indiano, Sri Vemu Mukunda (1929-2000) di Bangalore.
Il principio fondamentale del Nada Yoga è quello della tonica, la frequenza-base diversa per ciascuna persona, su cui vengono impostate tutte le tecniche, che prevedono l'uso della voce e del canto elementare: l’obiettivo consiste nel raggiungere la mente rendendola calma e libera da emozioni e inibizioni intellettuali (mente incondizionata).

Insegnanti

Luca Pigaiani

Read 6088 times Last modified on Venerdì, 13 Ottobre 2017 12:47