• Home
  • Settimanali
  • Musica Danza e Cultura
  • Circolo di Lettura sulla Bhagavad Gita
Mercoledì, 31 Gennaio 2018 16:47

Circolo di Lettura sulla Bhagavad Gita

Written by WM3
Rate this item
(0 votes)

Circolo di Lettura e Spiegazione della Bhagavad Gita.

 IscriviTi ora 


Calendario 2017/2018

Date:
23 Febbraio 2018 - 09 Marzo 2018 - 23 Marzo 2018 - 06 Aprile 2018 - 20 Aprile 2018 - 04 Maggio 2018 - 18 Maggio 2018 - 08 Giugno 2018 - 22 Giugno 2018 - 06 Luglio 2018 - 20 Luglio 2018 - 28 Settembre 2018 - 12 Ottobre 2018 - 26 Ottobre 2018 - 09 Novembre 2018 - 23 Novembre 2018 - 06 Dicembre 2018 - 14 Dicembre 2018
(9 mesi di studio che rappresentano una rinascita dell'individuo)

Orario:
Ogni venerdì dalle 19.00 alle 21.00 (eccetto giovedì 06 Dicembre 2018)

Luogo:
via Prandina, 11

Per ulteriori informazioni contattare la segreteria.

Contributo di partecipazione:
€ 10,00 ad incontro che sarà devoluto alla Scuola dei Bambini Bisognosi ad Anandanagar, in India


La Bhagavad Gita é uno dei testi fondamentali della filosofia vedica indiana.
Fa parte del grande poema epico Mahabharata composto in lingua sanscrita da autori diversi, ma tradizionalmente attribuito al filosofo Vyasa, e datato circa 3000 anni fa..
La Bhagavad Gita comprende 700 versi divisi in 18 capitoli ed é essenzialmente un testo di moralitá, sul significato piú profondo dell’esistenza umana e sul rapporto dell’uomo con Dio.
Questi insegnamenti si presentano sottoforma di dialogo fra il Dio Krsna e il suo amico e discepolo Arjuna.
Arjuna esprime la sua confusione, dolore e il grande dilemma di dover combattere i propri cugini, il clan dei prepotenti Kaurava, per difendere la veritá e giustizia nel mondo.
Arjuna rappresenta la mente umana e Krsna rappresenta l’anima, il Se Superiore.
Krsna é Satyanarayan, ovvero colui che indica la via della Veritá.
Nella Bhagavad Gita Krnsa insegna che l’assenza di veritá porta dolore e che quindi bisogna assumersi le proprie responsabilitá, ammettere i propri errori.
Solo allora ci si puó abbandonare al Divino.
Questa é la via per raggiungere Ananda, la Beatitudine.
Nel corso del lungo dialogo Krsna propone ad Arjuna diverse scelte e soluzioni come risposta ai suoi quesiti e problemi, mettendo Arjuna nelle condizioni di dover ponderare e discernere le consequenze delle sue scelte.
Cosí facendo Krsna rivela la conoscenza del Dharma (la legge Divina universale) ad Arjuna. Il campo di battaglia di Kurukshetra, ad est dell’attuale Deli, é un luogo che é stato teatro di avvenimenti storici ma che nella Bhagavadgita rappresenta il campo di battaglia della vita con le sue sfide e situazioni difficili.
In particolare la battaglia di questo antico testo rappresenta i conflitti interiori di cui l’essere umano fa esperienza nella quotidianitá.
I pensieri ed emozioni negative, il disagio psico-spirituale, l’ignoranza e l’attaccamento dell’ego sono i nemici che dobbiamo combattere.
Solo quando questi nemici saranno stati sconfitti, Arjuna (la mente) sará purificato e potrá avvicinarsi alla sua essenza divina.
Ecco perché quando ci si batte con motivi egoistici il risultato é la sofferenza mentre quando le nostre battaglie sono all’insegna di valori universali e a beneficio di tutti riusciamo a conquistare la pace interiore.
La Bhagavad Gita é un trattato filosofico in forma poetica che penetra nelle profonde realtá della psiche umana per illuminare gli strumenti che portano al trionfo del bene sul male e della gioia sul dolore attraverso le tre vie dello yoga: Karma, il servizio disinteressato; Bhakti, l’amore per il Divino; e Jinana la conoscenza. Il servizio disisnteressato, svolto con amore come un’offerta a Dio, e con la conoscenza del corpo e dell’anima portano alla consapevolezza della nostra natura piú elevata.
Una delle veritá fondamentali che Krsna svela ad Arjuna é che noi siamo strumento Divino e pertanto dobbiamo agire senza apettative del risultato, semplicemente mettendo l’amore in ogni nostra azione.
Dobbiamo affidarci a Dio.
Questo é il percorso che porta l’essere umano alla consapevolezza, a sviluppare il suo potenziale in tutta la sua bellezza e nei suoi aspetti piú sottili e infine a comprendere che l’anima é in un costante stato di beatitudine.
Perché quando raggiungiamo la consapevolezza dell’onnipresenza di Dio, quando ci affidiamo al Divino, quando diventiamo un Suo strumento, nulla ci puó ferire e possiamo mantenere la calma di fronte a qualsiasi tragedia, disgrazia, dispiacere ed evitare di sviluppare attaccamento verso le situazioni buone o cattive che siano.

Il Circolo di Lettura é condotto in lingua inglese dal Dr. Vaidya Swami Nath Mishra studioso della Bhagavadgita e dottore in Ayurveda C.C.Y.N. (Extended Campus dell'Università LAL BAHADUR SHASTRI – Rastriya Sanskrit Vidyapeeth) a Deli, India.
Gli incontri avverranno con traduzione in italiano di Shubhaji Satyaranjan Paul.

 

Conduttori

Dr. V. Swami Nath Mishra | Shubhaji Satyaranjan Paul

Read 443 times Last modified on Martedì, 06 Febbraio 2018 16:41