• Home
  • Ayurveda
  • Scuola di Formazione
  • Corso Triennale di Ayurveda e Massaggio Ayurvedico a Milano
Giovedì, 26 Maggio 2016 14:16

Corso Triennale di Ayurveda e Massaggio Ayurvedico a Milano

Written by WM3
Rate this item
(0 votes)

Corso Triennale di Ayurveda, Massaggio Ayurvedico e Trattamenti Ayurvedici con Tirocinio (facoltativo) e Attestato finale in India

 IscriviTi ora 

 


 

Calendario 2016-2017

2° - 3° Anno:

22-23 Ottobre 2016 | 12-13 Novembre 2016 | 10-11 Dicembre 2016 | 07-08 Gennaio 2017 | 11-12 Febbraio 2017 | 11-12 Marzo 2017 | 08-09 Aprile 2017 | 06-07 Maggio 2017


Calendario 2017-2018 (Sono Aperte le Iscrizioni)

3° Anno:

14-15 Ottobre 2017 | 18-19 Novembre 2017 | 13-14 Gennaio 2018 | 10-11 Febbraio 2018 | 10-11 Marzo 2018 | 07-08 Aprile 2018 | 12-13 Maggio 2018 | 9-10 Giugno 2018

 

Luogo:
via Prandina, 11 e 25

 

Durata del Corso:
Corso triennale suddiviso in 8 Weekend + Esame e Residenziale alla fine dell'anno.
Viene proposto un monte-ore di 504 ore incluse le relazioni / tesi caricate sul sito della Scuola e da mandare via mail alla segreteria. E' previsto un esame teorico-pratico alla fine di ogni anno.

 

Quota di partecipazione:

€ 1.260,00 (8 incontri) € 100,00 Esame + € 190,00 Residenziale + € 25,00 Tessera Associativa.
Quota comprensiva di materiale didattico ed attestato di frequenza della Scuola. Alla fine del Corso è possibile richiedere il diploma Nazionale dello C.S.E.N. (riconosciuto dal C.O.N.I.) al costo aggiuntivo di € 120,00.

 

Modalità di pagamento: 
Acconto € 150,00 + € 25,00 Tessera Associativa all'iscrizione.
Saldo 4 rate da € 350 cad. entro il 6° incontro.

 

Colloquio:
E' previsto un colloquio individuale al momento dell'iscrizione. Al fine di svolgere un lavoro completo e soddisfacente il numero dei partecipanti è limitato.

 

VOLANTINO

 


 

Negli ultimi decenni, la medicina occidentale ha effettuato considerevoli progressi, soprattutto in ambito biotecnologico, che ci permettono oggi di usufruire di farmaci efficaci e di indagini strumentali sofisticate, con cui identificare precocemente molte malattie e trattarle adeguatamente.

Ciò nonostante, molto rimane da fare: tante sono ancora le malattie incurabili e spesso le malattie divenute curabili impongono al malato una scadente qualità di vita.

Inoltre, sebbene molta strada sia stata percorsa nell’ambito della prevenzione, in realtà i principali successi moderni riguardano la diagnosi precoce delle malattie, non sempre la capacità di evitare che si instaurino.

Ayurveda significa letteralmente scienza della vita. E’ una scienza che risale a circa 5000 anni fa e si ritiene sia la più antica conoscenza ispirata al benessere totale.
L’ Ayurveda viene spesso considerata, erroneamente, come un tipo di medicina indiana, limitando considerevolmente il suo vero significato e gli obiettivi che si prefigge. L’ Ayurveda, infatti, si occupa della vita, nella sua completezza, non solo nella cura delle malattie, ma anche e soprattutto, nel promuovere uno stile e una filosofia di vita che possano garantire salute e longevità, correggendo gli squilibri psicofisici dell'uomo prima che diventino vere e proprie patologie.
L’ Ayurveda, essendo una scienza, va oltre la medicina, considerando l’uomo nella sua interezza, non solo come malato, e opera innanzi tutto per mantenere la salute, oltre che per ridarla,
Molte persone, però, rinunciano ad avvicinarsi all’ Ayurveda perché la ritengono una scienza di difficile applicazione per un occidentale, richiedendo sostanziali modifiche dello stile di vita, e rinunce ad abitudini consolidate.
L’ Ayurveda, invece, in quanto scienza della vita, non presenta limitazioni, ma è adatta e adattabile a tutti gli individui, qualunque sia la loro estrazione sociale, culturale, economica o geografica.
L’ approccio ayurvedico, infatti, si presta ad essere applicato a qualunque stile di vita perchè prevede l’ integrazione di metodiche terapeutiche, alimenti e prodotti che provengono sia dalla scienza veda che dall’ambiente in cui essa viene applicata.

Secondo l’OMS, l’ Organizzazione Mondiale della Sanità, la salute non è solo l’assenza di malattia, ma uno stato di completo benessere fisico, psichico e sociale, e viene considerata un diritto per tutte le persone. Come è ormai chiaro, l’ Ayurveda condivide totalmente questo proposito e lo attua nella sua interezza, essendo più di una “semplice” scienza medica, dotata “solo” di strumenti terapeutici, ma essendo anche una filosofia, che si estende a caratterizzare lo stile di vita.
E’ ormai riconosciuto che alla base di molte malattie risiedono abitudini scorrette, come l’abuso di sostanze, o comportamenti inadeguati, che spesso ci vengono imposti dal ritmo di vita moderno, a cui non possiamo sottrarci. Non potendo modificare la società in cui viviamo, possiamo però imparare a proteggere il nostro benessere e a salvaguardare la nostra salute.
L’ Ayurveda aiuta a curare i disturbi causati dallo stress e da uno stile di vita spesso “non umano”. Molti sintomi fisici originano da alterazioni della sfera emotiva ed emozionale, generando vere e proprie malattie sia organiche che psichiche. E’ in questo contesto che l’ Ayurveda fornisce un contributo nuovo e prezioso: la cura dell’anima, non solo del corpo, con lo scopo di prevenire o di curare l’assenza di salute e di benessere, che affligge molte persone, spesso ignare di ciò che stanno subendo.
L’ anima ed il corpo sono imprescindibili nell'uomo, che a sua volta è un microcosmo che partecipa della vita dell’universo (macrocosmo). In base a questo principio entrambi non possono essere considerati separati, pertanto, l'armonia ed equilibrio dell'individuo vanno di pari passo con l'armonia ed equilibrio della comunità, della natura, dell'universo.
Il concetto di equilibrio espresso dall'Ayurveda, come filosofia, comporta non solo il perfetto funzionamento dei vari sistemi ed organi, della psiche e dello spirito, ma anche un rapporto di felice convivenza con tutte le creature, con i familiari, con gli amici, con il lavoro, con il clima e la cultura in cui viviamo, con i propri ideali, con le abitudini e con la verità.
Quanto espresso fino ad ora può apparire un obiettivo irraggiungibile, da attuare tramite un percorso faticoso, magari irrealizzabile. Ma non è così. Anche un solo passo sulla strada giusta può determinare un grande cambiamento, una percezione del vero benessere. E quindi sarà più facile effettuare il secondo passo, che potrà essere di esempio a chi ci circonda, e che, forse, vorrà condividere il percorso, e renderlo meno impervio.
Spesso, anche se stiamo male e ci rendiamo conto che è necessario modificare qualche cosa della nostra vita, sentiamo una forte resistenza a farlo. E’ la paura del cambiamento, della rinuncia a ciò che conosciamo, che ci imprigiona nello stato di malessere.
L’ Ayurveda aiuta a decidere di fare “solo” il primo passo, e mostra come farlo. Poi il resto avviene naturalmente, soprattutto lentamente e dolcemente, quando è il momento giusto, nel rispetto della natura dell’essere e della sua armonia.

Note e regolamenti

La frequenza minima richiesta ricopre il 90% dell’intero monte ore. Durante il primo anno si richiede lo svolgimento di una Tesina di approfondimento su parte degli argomenti trattati durante il Corso. L’ Attestato di partecipazione verrà consegnato dopo la giornata di discussione della Tesina.

Materiale occorrente:
Voglia di condivisione, carta, penna, 2 lenzuola, abiti comodi, un paio di ciabatte personali. Per una migliore qualità del Corso ed esigenze organizzative il calendario e relative materie didattiche potranno subire piccole variazioni, previa tempestiva comunicazione dalla direzione agli iscritti. Al fine di svolgere un lavoro completo e soddisfacente, il numero dei partecipanti è limitato.

Insegnanti

Dr. Vaidya Swami Nath Mishra | Shubhaji Satyaranjan | Daniele Spinelli

Read 3229 times Last modified on Martedì, 02 Maggio 2017 14:20